domenica 17 dicembre 2006

Toledo!

Facebook Twitter
Una comunicazione via etere giunta in questo momento conferma l'arrivo dei Nostri in quel di Toledo.
Ora l'obiettivo e' trovare la "Fabrica de Espadas Mariano Zamorano"

4 commenti:

Nikkke ha detto...

L'arrivo a Toledo e' un fatto.
Tuttavia l'armaiuolo Mariano Zamorano, armaiuolo dei sogni dei Nostri, non apre la sua fabrica de espadas di Domenica, eroe tra gli eroi che non necessita di farsi prendere dal vortice del consumismo di fine anno che niente ha di natalizio (ma questa e' un'altra storia...).
Si narra, dunque, che nel girovagare per le vie di Toledo i Nostri abbiano individuato un dotatissimo antiquario, fornito anche di lame (di eta' assai venerabile).
Da qui un'angustia interiore ha colto i Nostri Avventurieri e solo la Sapienza che arriva dal riposo del sonno (o dagli stiaffi nel volto) potra' portare il giusto consiglio: forse si dovrebbe preferire la striscia del 1600 alla spada da combattimento del 2000?

La domanda, si noti bene, ha solo fine espositivo e retorico.
La regola infatti recita inequivocabilmente non fare mai domande, tuttavia si deve ammettere che se alle persone aderenti al CODICE e dotate di senno (io difficilmente appartenendo senza riserve al secondo insieme, pur orgogliosamente facendo parte del primo) risulta sommamente sconveniente FARE DOMANDE, lo stesso CODICE non vieta esplicitamente di farsi delle domande.

BUON VIAGGIO

P.S.
Viva la Filibusta

TangorFopper ha detto...

Tramite veloce telefonata ieri sera mi e' stato detto che Mariano Zamorano ha ampiamente soddisfatto le aspettative dei Nostri: confermato anche l'uso dell'acqua di fiume per la tempra delle lame.

P.S. Ogni inesattezza e' voluta.

Lord Hyo ha detto...

Mariano Zamorano e' tutto ciò che cercavamo... Ed infatti è stato abbondantemente foraggiato di €uri, in cambio di Aciero Toledano. Conto di mostrare foto quanto prima!!!

Scammello ha detto...

Il "Sor Mariano" ci ha accolto in maniera squisita nella sua fabbrica, ma dopo attenta analisi di comparazione del suo acciajo con quello del precedente armajuolo foraggiato anch'esso in €urini, siamo giunti alla seguente conclusione:

Il "Sor Mariano" con punzone di manifattura di lame "M.Z. TOLEDO" è sensibilmente inferiore al precedente ancquisto di spada da duello spagnola con punzone "M.F. TOLEDO" la cui M sta per Moreno.

Purtroppo altamente intossicati dalla presenza di metalli pesanti nell'organismo non abbiamo richiesto aln bigliettino da visita al suddetto artigiano, ma siamo fiduciosi di rintracciarlo tramite il Nostro Glorioso Giornale di Bordo che tutto ha annotato e per questo VINCE!

I severi test fatti al ritorno in patrio suolo con i membri Marozzo hanno appurato la bontà dell'acciaio del "Sor Mariano", ma si marca considerevolmente negli scambi più duri, mentre la spada da duello, grazie alla sezione quadrata (che le cronache italiane riportano essere chiamata: "lama a Verduco" dal trattato di Francesco Altoni - Firenze 1607, cita tra le altre la "Pappagorgia" e il "Trafiere").

Tanto Vi dovevo per profonda conoscenza della materia.

Rinnovo a Joey - attuale depositario del GdB (Giornale di Bordo) - l'invito a trasmettermi nome, indirizzo e telefono dell'officina di M.F. con urgenza in quanto il Tasso ha già chiamato per arrivare a richiedere i suoi servigi, visto che col "Sor Mariano" ormai il Tasso ci si da del "tu".

HOLA! - La Filibusta Regna!

Archivio blog