mercoledì 2 gennaio 2008

Star Wars Vs Signore degli Anelli

Facebook Twitter
Una scena MI-TO-LO-GI-CA!!!
Tratta da Clerks 2




Io non ho dubbi su a chi dare ragione, e voi?
Saluti
a presto

23 commenti:

TangorFopper ha detto...

Argh, mi trovi abbastanza indeciso.
Se il confronto e' film vs film potrei propendere per Star Wars (la vecchia trilogia) se invece si fa saga vs saga allora la questione diventa spinosissima......

Andrea ha detto...

per me hanno ragione quei due a sedere che si magnano il doppio bigmac... a noi ce piace de magna e beve.......

Scammello ha detto...

Premesso che non ho visto ne alcun Star Wars nè alcun Lord of Rings (tranne le scene di Io Doppio)mi pajono tutti dei dementi.

Quando in palestra da me mi chiedono giudizi sulle scene di scherma dell'uno e dell'altro film la mia risposta è: "Vatti a mettere le protezioni che te le spiego..."

L'unica cosa per cui posso essere etntato di esprimere un ragionamento è in merito ai combattimenti con la spada laser....

Premesso che la spada laser si accende e si spegne in un nanomillisecondo, a cosa serve andare a parare?
Solo per fare "Sgcscguishhhh!!!"?

Quando arriva il colpo spegni la spada, la spada avversaria passa, l'avversario perde di misura perchè si sbilancia in assenza di contatto da parata, e... basta riaccenderla puntandogliela nel viso.... ET Voilà!! Toccato!

Capisco che sarebbe scorretto e poco cinematografico, e per questo sono TUTTE CAATE!!!

Saluti

TangorFopper ha detto...

Quello che dice scammello e' poco cavalleresco. In fondo si tratta di CAVALIERI Jedi. Cosa impedirebbe di usare la forza per spengere la spada laser dell'altro se non un codice d'onore?

TangorFopper ha detto...

Comunque la differenza fondamentale tra le due trilogie (anche se "Il Signore degli Anelli" e' una trilogia solo per esigenze tecniche) e' che Star Wars e' piu' una favola mentre il romanzo di Tolkien descrive un universo piu' organico e dettagliato (ne "Il Silmarillion" la storia di Frodo & C. occupa 1 pagina su 464).
Certo che quando per la prima volta senti dire: "I am your father!"......
Skeletor pero' specifica meglio se il confronto e' limitato ai film o per LOTR si puo' parlare anche del libro.

skeletor ha detto...

Chiaramente il confronto va fatto soltanto sui film!!! Visto comunque che il tutto parte da una scena di puro cazzeggiamento nello stile Clerks, non era mia intenzione portare la conversazione su toni così elevati!!
Io chiaramente sono dalla parte di Rendall: Star Wars tutta la vita!!!
E che quei 4 Froci degli hobbits si gettino tutti nel vulcano, la prossima volta!!!!
Ahahaahah
Ciaoooo

TangorFopper ha detto...

Continuo in questo monologo(?).
Per quanto riguarda i nomi dei protagonisti vince sicuramente Star Wars. Voi preferireste chiamarvi: Frodo Baggins o Luke Skywalker?
Se io mi chiamassi Frodo Baggins andrei in Comune a farmi chiamare il nome in Luke Skywalker!

Lord Hyo ha detto...

Inciso: le spade laser NON si spengono in un millisecondo, ce ne vogliono un paio... Quindi, la tecnica scorretta proposta NON è applicabile. Tieni poi presente che una LightSaber (mi piace di più, come nome :-) ) è un'arma fondamentalmente sbilanciata: pesa solo sull'impugnatura, con peso 0 sulla lama. Questo rende qualsiasi teoria sull'utilizzo un pourparler: come fai, ad andare fuori misura usando un aggeggio che non ha momento, e che quindi puoi fermare istantaneamente in qualsiasi punto tu voglia??

TangorFopper ha detto...

Ottima osservazione per quanto riguarda le spade. Ma del resto dei film non ne vogliamo parlare? In Star Wars le scene di scherma sono l'1%!

Lord Hyo ha detto...

..ed ora, torniamo al topic :-).
Del Signore degli Anelli ho apprezzato trooooppooo il libro. I film sono belli, ma non mi hanno choccato così tanto. E' vero che forse la trilogia originale è entrata nella mia vita che avevo dai 6 ai 10 anni, quindi più facilmente impressionabile, però...
Star Wars vince per KO tecnico alla 7° ripresa.
Se volete far entrare in gioco anche la "nuova" trilogia, però, vince LOTR. I film nuovi hanno peggiorato pure il background della prima tripletta (ah... la cara, vecchia "guerra dei Quoti...").

Lord Hyo ha detto...

...E, secondo me, tra i tanti oscar che han dato a LOTR, quello a Peter Jackson non ci sta. Ha creduto nel progetto, lo ha adattato bene, ma a livello di regia pura non mi ha convinto troppo (vedi il "riassunto" dei 3 film che fanno nel video...)

skeletor ha detto...

Allora quello che vorrei dire è che chiaramente il libro di Tolkien (che abbiamo letto più o meno tutti) è meraviglioso! Avere come materiale di partenza una cosa del genere facilita di molto il lavoro...
In più l'universo del Signore degli Anelli era già entrato di gran lunga nell'immaginario di milioni di persone ed era già stato in gran parte raffigurato!!! Non per sminuire l'ottimo lavoro di Jackson, ma insomma ha fatto il lavoro con il culo già bello parato!!
Lucas, pur rielaborando miti e figure già pre-esistenti, ha creato tutto dal nulla, cambiando per sempre l'immaginario di almeno due generazioni e ma soprattutto influenzando per sempre la stessa industria cinematografica!!!
Senza un Lucas prima, non ci sarebbe stato un Jackson poi.
STAR WARS RULES!!!!!
A presto

Scammello ha detto...

I cavalieri Jedi sono una cagata grossa come l'universo.

Non mi sembra poco il fatto che un codice cavalleresco esiste perchè esistevano all'epoca VERI Cavalieri.

Peccato che quelli Jedi non si ritrovano nelle cronache.

Ergo: è tutta merda!

PS- siccome si trovano a giro anche corsi di scherma secondo il metodo "Jedi", e se il buon Dio mi volesse fare un regalo mi farebbe incontrare anche solo mezz'ora con uno di questi CIALTRONI, BUFFONI, CIARLATANI, INFANGATORI, INVASATI & STRONZOLI, di modo che gli possa davvero mostrare il "Sentimento della Spada"... perchè alloora si che lo sentirebbero...eccome se la sentirebbero...

Tutto si può sopportare, ma no che gentaglia di questa risma si possa permettere di voler riconoscere uno stile schermistico o peggio.. un religione!!!

Su queste cose (per me, ma non solo per me)vige quello che Jonathan definsce "Stalinismo Democratico", anche se in quest'occasione toglierei anche il democratico.

Ho detto!

Lord Hyo ha detto...

Il discorso sulla religione-Jedi ed i corsi di scherma para-Jedi niente hanno a che vedere con Star Wars.
Tieni presente che gira gente che sostiene che le spade nel 1300 non erano affilate. Esiste la FISAS!
Ci sono sette neo-templari che fanno riti "iniziatici" giusto per fare zozzerie in costume.
Non per questo il medioevo o il rinascimento sono da considerare un periodo perverso, no?
Anche il codice cavalleresco, per il 90% di chi ci giurava sopra, era buono solo a fare da fermacarte.
Tutto questo per dire che non va confusa l'opera "artistica" con chi ne ha fatto una fissa.
Te cosa penseresti, vedendo gente che va a giro vestita, parla, mangia e vive come usava a Firenze nel 1250?
Che Dante era un cretino, e la Divina Commedia è una mmerda perché plagia le menti più deboli?

P.S. Come dicevo più su... Per praticare la via Jedi alla spada, bisognerebbe avere spade che pesano 300 grammi di impugnatura, e zero di lama... Ne verrebbero fuori cose interessanti, soprattutto per quel che riguarda controllo del movimento ed equilibrio...

TangorFopper ha detto...

Secondo me non avete capito una sega dei duelli di spade in Star Wars. Questi, prima di essere espressioni di abilita' schermistica, sono principalmente scontri tra due volonta': Jedi contro Sith, lato chiaro vs lato oscuro, bene vs male.
Altrimenti a capo del consiglio Jedi ci sarebbe Aldo Montano o Valentina Vezzali.

Vi ho blastato. Ora facciamo un bel flame!

Lord Hyo ha detto...

Sì, oddio, vabbene la volontà... Ma non credo basti quella.
Vedi l'Imperatore: essendo cattivo, bara. E invece che usare la spada, spara la 380 (volts) dalle mani...
Magari se sei Sith essere brutto aiuta (e Palpatine è brutto peso, diciamolo): aumenta l'incupimento, quindi l'inkazzatura, quindi la capacità di nuocere. Anche Darth Vader proprio bellino non è...

Lord Hyo ha detto...

Ah: è evidente che i Sith di cavalleresco hanno poco: Darth Vader si aiuta tirando la roba in testa agli avversari (vedi il duello nel 3° film)...
Non è cosa da gentleman... Va però chiarito se nelle regole Jedi è consentito. Forse sì...

TangorFopper ha detto...

Esemplifico.
In un ipotetico Darth Vader vs Aldo Montano il primo lancia un "impulso" telepatico al secondo contenente il seguente messaggio:
"phiaaaaaaaaa"
il Montano si gira e dice: "dove?"
e viene segato in 2

NiKKKe ha detto...

Lascerei perdere la religione Jedi.
Pur ammettendo che per insegnarla, a giro, oggi, si possa e si debba anche essere definiti dei cialtroni.
Tuttavia devo riconoscere che siamo partiti da clerks 2 e siamo arrivati a cose decisamente piu' elevate.
Chissa' se Kevin Smith approverebbe?
Scusate se torno al post, tutte le vostre osservazioni sono piu' o meno condivisibili (anche se Andrea, come sua consuetudine, con poche parole, ha espresso, a mio avviso, le considerazioni piu' efficaci), ma all'inizio si parlava di un giudizio tra 2 cose. dire che entrambe fanno cacare, non mi pare adeguato.

Nel caso particolare, credo che il punto stia tutto, molto piu' che in altre cose, nel fatto che la "bellezza", di conseguenza le emozioni che ne derivano, stanno negli occhi di chi guarda, o per dirla in altro modo, piu' esemplificativo, ad ognuno i suoi giocattolini.

Per chi, come me, ha amato il libro e ancora di piu' l'autore, ben prima che dal suo lavoro scaturisse un film (i film sono 3 in effetti, ma vanno visti come se fossero uno solo, piuttosto lungo), anche se confesso che della grande opera di John Ronald Reuel, per mia inettitudine, riesco a ricordare solo pochi e confusi particolari, l'opera di Jackson e' risultata addirittura scadente per certi aspetti, troppo poco evocativa, priva di quei simbolismi, di quelle sfaccettature, che sono la ricchezza dell'opera originale di Tolkien e che anche il piu' grande dei registi (non do tutta la colpa a Peter) non avrebbe potuto replicare sullo schermo.
Per Star Wars, partendo da zero con il film, a differenza di quanto dice Scheletro, e' tutto piu' facile. Se inventi una favola che funziona, una storia avvincente, non necessariamente incastrando tutti i pezzi della trama, generando un universo abbastanza definito da basarci una sceneggiatura, hai vinto. E george Lucas ha decisamente vinto.
Almeno io la vedo cosi'.

Da qui un giudizio sui film, in quanto tali, e' pressoche' immediato.
Per quanto mi riguarda STAR WARS (la trilogia originale) batte THE LORD OF THE RINGS, parecchio a poco.
Se pero' si dovesse entrare, per qualsiasi motivo, nel merito del valore degli autori, allora, con assoluta e altrettanto scontata immediatezza, J.R.R. Tolkien batte G. Lucas tutto a zero.

Concludo con due citazioni, dalle lettere di J.R.R.Tolkien, raccolte in "La realtà in trasparenza", che non concludono, ma espongono una parte del pensiero, di un uomo, che per certi aspetti, la vede come la vedo io.

«Io pretenderei, se non pensassi che fosse presuntuoso da parte di una persona così mal istruita, di avere come obiettivo quello di dimostrare la verità e di incoraggiare i buoni principi morali in questo nostro mondo, attraverso l'antico espediente di esemplificarli attraverso personificazioni diverse, che alla fine tendono a farli capire»

«L'occupazione più inadatta per qualsiasi uomo [...] è governare altri uomini. Non c'è una persona su un milione che sia adatta e men che meno quelli che cercano di afferrare l'opportunità»


Pace e Bene

Scammello ha detto...

Per quanto riguarda l'aspeto "filosofico" degli scontri in Star Wars passo la palla e mi rimetto ai giudizi di chi l'ha visto.

I miei riguardano solo il contorno, piuttosto diffuso, che giocoforza è entrato in misura nel "mio cerchio d'arme" quindi gli unici contatti che ho con enrambe le saghe (e non seghe)sono stati quelli dei dementi che si impersonificano in personaggi più o meno plausibili anche all'interno dei racconti stessi.

Quindi:
Buono il messaggio di Lucas con allegrie di scontri tra bene e male (o giù di lì - ripet che il mio giudizio può essere solo superficiale perchè non ho visto i filmi).

Buona l'opera d Tolkien all'interno della narrativa fantastica.

Peste colga invece che si sente un Sith, un Jedi, un nano scalzo coi piedi callosi (bobbit, robbit o come cazzo si chiamano), in quanto ai fini cinetaografici "vale tudo", ma se si parla invasamento lo concepisco solo per cose reali.

Il paragone Dart Water (close) e Montano può essere tuttavia molto più vicino di quanto si creda in quanto a curare le coregrafie schermistiche del primo (e del secondo?) Star Wars c'era il mitico Bob Anderson (Mondiale di sciabola come Montano), lo stess che ha coreografato la Maschera di Zorro e prima ancora The Pricess Bride, insomma il maestro di Inigo Montoya (tu a ucciso mi padre preparate a morir).

Questo non vuol dire che (per quanto ci vada vicino) a lezione da me vengano persone a fare scherma da Pirata Roberts o che facca corsi del genere. Nemmeno penso d fare una religione con a capo Max dei Miracoli....

Il tutto sta nel saper dividere cinema, buon gusto (seppur soggettivo e talvolta discutibile) e realtà.

PS- Bob Anderson stesso disse che si è sentito molto limitato dalla tipologia di arma di Star Wars, e soprattutto dalle esigenze cinematografiche che dovevano per forza prevedere alcunim "balletti" inverosimili se si trattasse di scherma.

Poi, come ripeto, stiamo parlando di due aspetti differenti del fenomeno, voi da conoscitori dell'opera, io da averne subito l'effetto sociale, rimenendone schifato.

Deh.

Scammello ha detto...

Ah, dimenticavo, non ho mai visto nemmeno Clerks 1, 2 o ogni altro numero.

Bonanotte.

TangorFopper ha detto...

Per sintetizzare il discorso:
Darth Vader vs la polizia giapponese.

TangorFopper ha detto...

Sempre sui film: uno dei grossi problemi dei film su "Il Signore degli Anelli" e' che per anni ed anni ed anni ed anni la gente si era immaginata il proprio film poi pero' hanno visto quello che (bene o male) ha fatto Jackson.
Ascoltando il commento ai film (io l'ho fatto) molte delle scelte vengono spiegate, comunque la sintesi e': cosi' come e' il libro non e' assolutamente filmabile. Nel realizzare i 3 film si e' dovuto dare una struttura completa ad ogni singolo episodio cosa che nel libro manca ed allora si e' dovuti ricorrere a spostamenti, tagli, aggiunte ecc..
Se non lo sapete anche il libro e' stato pubblicato diviso in 3 parti solo per esigenze commmerciali: l'editore infatti non si fidava assolutamente a proporre un tomo da 1500+ pagine.
Aggiungo una nota: ieri leggevo una intervistaa George Lucas relativa al prossimo film di Indiana Jones: At least the legions of Indy geeks will be pleased, right?

“The fans are all upset,” Lucas says. “They’re always going to be upset. ‘Why did he do it like this? And why didn’t he do it like this?’ They write their own movie, and then, if you don’t do their movie, they get upset about it. So you just have to stand by for the bricks and the custard pies, because they’re going to come flying your way.”

Archivio blog