martedì 18 novembre 2008

Consiglio letterario (forse).

Facebook Twitter


Io penso di compralo appena ho tempo per leggerlo.
Alcune info dal sito ufficiale:

Il 4 novembre uscirà nelle librerie Tortuga (Mondadori Strade Blu), il nuovo romanzo di Valerio Evangelisti. Una storia avventurosa, ma documentata, di pirati, abbordaggi, amori, duelli, non priva di un sottofondo filosofico. Ecco il testo delle bandelle di copertina:

"Nel 1685, i giorni dei pirati raggruppati nella confraternita detta dei Fratelli della Costa, obbedienti al re di Francia, sono contati. Luigi XIV ha fatto la pace con la Spagna e le scorribande dei filibustieri dei Caraibi, che hanno per base l’isola della Tortuga (La Tortue), sono diventate scomode. Un nuovo governatore ha preso possesso dell’isola e intende normalizzarla.
E’ in questa situazione che un nostromo portoghese, Rogério de Campos, ex gesuita dal passato torbido, è catturato dal comandante pirata Lorencillo e arruolato a forza. Si trova a vivere tra gente sconcertante, dalla vita libera e indisciplinata e dalle imprevedibili esplosioni di crudeltà.
Lentamente, Rogério è conquistato dalle regole a volte fraterne, a volte feroci, di quella comunità singolare. La sua è una progressiva discesa all’inferno – un inferno, però, fondato sullo scatenamento degli istinti, e a suo modo “democratico”. La stessa Tortuga, covo della Filibusta fedele in teoria alla Francia, ha le apparenze di una repubblica, eppure si fonda sul più rigido schiavismo.
Rogério, passato al servizio del tetro cavaliere de Grammont, partecipa all’ultima grande avventura dei pirati della Tortuga: la presa, sanguinosissima, della città di Campeche, sulle coste messicane. Unica luce, in quella conquista infernale, l’amore del portoghese per una schiava africana da cui lo stesso De Grammont è attratto. Sarà l’episodio che volgerà il viaggio di ritorno in tragedia.
Tra abbordaggi, episodi di ferocia, momenti di cameratismo, su vascelli sovraccarichi in cui il sangue si mescola al sudore, una percezione tormenta Rogério. Nel mar dei Caraibi si sta fondando una nuova società. Sì, ma quale? La fine della Tortuga a cosa prelude?"

Link per l'acquisto online:
IBS
Bol

4 commenti:

il templare ha detto...

prova

Il Templare ha detto...

................lo voglio lo voglio lo voglio !!!!!!!!!!!!!:..mio mio mio !!!! andata andata andata!!!!
accordato accordato accordato!!!

ma è già in libreria?!?!?

Il TEMPLARE
p.s. x pippo come mai mi viene la firma e non l'icona?!?!

TangorFopper ha detto...

In libreria lo trovi sicuramente.
Riguardo all'icona lo ignoro completamente.

Capitan Scammello ha detto...

Considerato che non so come Valerio Evangelisti sappia essere narratore di eventi di mare, sembra un buon romanzo anche se a tratti forse un pò pulp... ma se non si legge è dura fare affermazioni.

L'impressione comunque è quella che sicuramente romanza aspetti che dovrebbe ro esser un pò più tecnici.

Introdurre l'opera con: storia avventurosa, pirati, abbirdaggi, amori, duelli, e per finire anche il sottofondo filosofico... si rischia di eccedere o di andare prolissi, in quanto come sarebbe mai possibile raccontare la fasi di un abbordaggio senza descrive le manovre che si effettuano a bordo del veliere, di come si governano le vele , dell'opera dei terrazzani e dei gabbieri, di come il timoniere deve governare la nave in abbrivio con le vel in bando o a collo... se oltre a questo si deve paralre anche del sottofondo filosofico si rischia di diventare prolissi, ma nel caso in cui le due cose vengano ben coniugate, sicuramente l'opera sarà di eccelenza e il sua autore un Eroe.

Ma finora c'è solo la Storia Fantastica... :-9

Archivio blog